Pagina tecnica-Equipaggiamento

L’equipaggiamento
Nelle attività all’aperto uno scout porta con sé solamente l’equipaggiamento strettamente indispensabile. in questo modo potrai muoverti agevolmente senza essere troppo appesantito.
alcune cose ti saranno sempre utili: il QdC, il pronto soccorso, i fiammiferi, che metterai in un astuccio impermeabile, un coltello, un fazzoletto, il cordino di ordinanza.
vestiti: il migliore abbigliamento per un’uscita, in qualunque stagione, è sempre l’uniforme scout, che è stata ideata proprio per le attività all’aperto ed è resistente e comoda. d’inverno aggiungi una giacca vento calda e impermeabile. tieni sempre la testa coperta; il cappellone, con la sua larga tesa, ti proteggerà dalla pioggia e dal sole.
per dormire:sacco-letto, pigiama.
– pulizia: asciugamano, sapone, spazzolino, dentifricio.
– poncho: sia in estate che in inverno ti riparerà dalla pioggia, ti sarà molto utile per costruire un riparo di fortuna e in tante altre occasioni.
– zaino: di tipo leggero e resistente. Con tutto l’equipaggiamento non deve superare i 6-8 kg di peso. Per il campo il peso potrà arrivare a 10-12 kg
Lo zaino
zaino
una delle cose più importanti del tuo equipaggiamento è lo zaino, perché esso dovrà contenere tutto il materiale e perché dovrai portarlo sulle tue spalle. occorre che lo zaino sia capiente, leggero e comodo da portare, con tasche esterne e con spallacci bene imbottiti e regolabili. quando acquisti uno zaino non farti attirare dalla marca o dai colori, ma guarda prima di tutto la praticità e la resistenza. Lo schienale rigido fatto di fibra di vetro o di materiale plastico perché permette di lasciare la schiena interamente staccata areata. lo schienale rigido anatomico mantiene lo zaino più a contatto con il dorso per distribuirvi meglio il peso, però provoca anche una maggiore sudorazione della schiena. Vi sono zainetti hanno un’armatura in alluminio o in materiale plastico che rende rigido lo schienale, però rende anche lo zaino piuttosto ingombrante e poco maneggevole. Zaini di questo tipo non sono adatti per i ragazzi.
A preparare lo zaino correttamente non si impara la sera prima della partenza. È necessaria un po’ di esperienza e diverse prove. per sistemare meglio il materiale, mettilo in sacchette di tela che si chiudono con un laccio. metti contro la schiena tutto quello che è soffice ( biancheria, maglione,ecc). cerca di equilibrare i pesi, facendo attenzione a non disporre tutti gli oggetti più pesanti dallo stesso lato. Non mettere mai il sacco letto fuori dello zaino, perché puoi inumidirsi o bagnarsi. Anche se richiederà un po’ di pazienza, metti sempre tutto il tuo materiale dentro lo zaino e non legare oggetti all’esterno; oltre a farti assomigliare a un caravanserraglio, possono darti molto fastidio mentre se in cammino e sono anche pericolosi perché posso impigliarsi da qualche parte. Una volta preparato, per controllare lo zaino mettilo sulle spalle e fai 30 m di corsa. Ti accorgerai subito se qualcosa non va.
Il poncho
 è un telo quadrato con un foro al centro sul quale è applicato un cappuccio. è indispensabile quando piove, perché copre sia te che lo zaino. Ma, oltre che in caso di pioggia, il poncho che sarà utilissimo anche in tante altre occasioni: come telo isolante da mettere sul terreno, per costruire un riparo di fortuna, per ripararsi dal sole ecc.
Questo sito fa uso di cookies. Altre informazioni | Chiudi